Non è una sorpresa che non ci siano ritardi nel lancio poker online cash e dei casinò su internet in Italia, ma nessuno aveva previsto più di un anno di attesa perchè l’effettivo avvio dei giochi.
La legge è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale e le nuove modifiche legislative divengono effettive dopo quindici giorni, tuttavia ci sono ritardi legati alla sua attuazione che rivchederanno ulteriori 12 mesi di attesa per l’inizio effettivo.

La prima stesura delle regole di gioco d’azzardo online era stata contestata da Microgame  gestore di molti siti di gioco online in italia, ed  ha indotto i produttori di legge ad introdurre modifiche.
Prima di tutto i funzionari affrontato la questione fiscale e il forte cambiamento del metodo di raccolta di imposte dal risultato lordo di al turn over annuale. Quindi, l’importo massimo consentito di gioco in fase d’inizio è  € 1.000.
Altri importanti cambiamenti sono  la clausula sul 90% del denaro delle scommesse che deve  tornare come vincite e il massimo buy-in per i tornei di poker  fino a € 250.

Il gioco d’azzardo online italiano è cresciuto in modo sostanziale, per cui vi è grande attesa che l’introduzione di una serie completa di giochi online porterà grandi profitti. Il 2010 ha visto il mercato italiano del gioco a distanza crescere del 28% per raggiungere 4,8 miliardi di € di fatturato annuo, gli analisti predicono che il mercato potenziale può aumentare del 100% nei prossimi due anni.

Purtropo però sono previsti ritardi per l’effettiva atuazione di Cash Games di poker online e casinò virtuali. Priima che le poker room possano iniziare a fornire online questi nuovi giochi bisogna attendere la pubblicazione del decreto relativo al rilascio di nuove licenze AAMS.
Nel frattempo le licenze AAMS già concesse devono essere ricertificate per verificare i nuovi requisiti normativi.
Tutti i nuovi titolari di licenza devono inoltre essere rigorosamente testati e i sistemi devono essere approvati da ispettori del governo italiano.
I ritardi possono essere vantaggiosi per le società che sono entrate solo da poco nel mercato italiano del poker online, e possono avere tempo per pianificare le proprie azioi promozionali e di marketing. Al contrario i colossi del gioco online, che detengono una grossa fetta del mercato, diventano sempre più impazienti e cercano di influire sui monopoli per tentare di velocizzare tutte le procedure di attuazione della legge.

Altri Articoli